Quante calorie ha un panino? Ed un piatto di pasta?

Mi capita di mangiare in compagnia di colleghe eternamente-a-dieta-tanto-non-dimagrisco-mai che hanno sempre strane idee su cosa sia ingrassante e cosa no.

L’altro giorno ero con una di queste colleghe ed alle due, affamate, siamo andate a mangiare insieme ad un bar – tavola calda dove è possibile trovare un poco di tutto e mangiare velocemente, riuscendo anche a gratificarsi con poca spesa.

Io ho scelto un piatto di verdure grigliate come antipasto e poi un piatto di spaghetti alle vongole, molto semplici, mentre la mia collega si è fatta preparare un panino con mezza mozzarella e delle fettine di pomodoro.

Un panino con mezza mozzarella, nel suo vissuto era un pasto leggero e non ingrassante. Non lo ha scelto, quindi, perché veramente lo desiderava, ma solo perché era convinta che un panino così avesse meno calorie del mio piatto di spaghetti con vongole.

Se mi leggi, sai che sono contraria ai divieti tassativi, soprattutto se si ha la necessità di dimagrire tanti chili. Ma se sono contraria ai divieti, sono contraria anche alle false illusioni.

Scegliere di mangiare un panino con mezza mozzarella e illudersi che sia leggero e poco calorico, non essere soddisfatta di quello che si è mangiato, perchè l’occhio, il contesto, il vissuto, non ti consentono di avere la sensazione di aver fatto un pasto “come si deve”, non è una strategia vincente.

Se a questo si aggiunge che non è neppure vero, che un panino con mezza mozzarella abbia meno calorie di un piatto di spaghetti condito senza eccedere, le motivazioni alla base della scelta della mia collega diventano fumo.

Pur sapendo che se si vuole dimagrire, non è sufficiente il calcolo delle calorie di quello che si mangia, mi divertirò ora a paragonare i due pasti.

Sulla base del solo calcolo delle calorie, la mia collega ha fatto una scelta giusta scegliendo di mangiare un panino con mozzarella e pomodori?

Vediamo ora quante calorie ha un panino con mozzarella e pomodori.

 

 

 

 

 

 

Ed ora vediamo quante calorie ha un piatto di pasta alle vongole ed un bel piatto di vedure grigliate.

Ovvio che non può essere un calcolo esatto, perché per valutare le dosi mi sono basata sull’esperienza, sull’occhio e sulla conoscenza della cuoca.

Per i calcoli ho fatto riferimento alle tabelle degli alimenti INRAN.

Come puoi vedere, con ragionevole certezza, da un punto di vista di sole “calorie” non c’è differenza significativa fra la mia scelta di mangiare un piatto di spaghetti con vongole e di completare il pasto con un piatto di verdure e la scelta della mia collega di “accontentarsi” di un panino con mezza mozzarella.

Il termine “accontentarsi” è riferito naturalmente al fatto che tutto sommato non era contenta della scelta fatta, ma che lo faceva, per puro spirito di sacrificio :mrgreen: .

Molto ci sarebbe poi da dire sulla distribuzione di carboidrati, lipidi e proteine. Per non parlare di fibre ed altri nutrienti.

In verità, se cerchiamo la perfezione, nè la mia scelta, nè la sua sono proprio perfette.

Però, alla fine, io ero soddisfatta e gratifica. Odorato, vista, gusto, tatto erano stati soddisfatti, mentre lei era palesemente insoddisfatta.

Decidere di prestare attenzione a quello che si mangia è sempre e sicuramente vantaggioso. Ma facciamo piazza pulita, per favore, di false illusioni.

E soprattutto diamo maggiore importanza a tutto il nostro stile di vita e non solo a quello che mangiamo.

Ci muoviamo abbastanza? Ci coccoliamo a sufficienza? Sappiamo dire di no al momento giusto? e dire di si ai nostri bisogni quando i sensi di colpa ci spingono a fare il contrario?

E se desideriamo un bel panino, mangiamo tranquillamente. Così come se desideriamo un piatto di spaghetti. E’ tutto l’insieme che genera il risultato. E fa parte dell’insieme anche la capacità di sentirci soddisfatte.

Enrica 

 

Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WP-SpamFree by Pole Position Marketing